-
-
1 983 m
1 105 m
0
4,6
9,2
18,43 km

Obejrzane 269 razy, pobrane 3 razy

w pobliżu Villa Malvezzi, Marche (Italia)

Uno strano ma affascinante anello intorno alla valle del Fargno passando per creste e luoghi selvaggi, spesso fuori sentiero o per esili tracce ma dai panorami con viste uniche.

Partiamo all'inizio del sentiero del parco E5 (CAI 311) lasciando la macchina appena il primo tornante della provinciale che sale a Pintura di Bolognola e seguiamo il sentiero che porta al Rifugio del Fargno.

Costeggiamo il fiume Fiastrone, sempre ricco di acqua, in tenue ascesa, fino ad arrivare ad un piccolo infernaccetto e una ripida salita ci porta a dei casotti dell'acquedotto, dove facciamo una sosta e valutiamo il proseguo.

Appena i Casotti, sulla DX, prendiamo una esile traccia che ci porta sul fondo di un anfiteatro, con evidenti resti di un rifugio per pastori, da dove comincia la nostra salita verso F.lla Cucciolara.

Questo punto è una zona senza traccia di sentiero (anche se in alcune mappe è segnato) noi siamo saliti e abbiamo lasciato molti ometti che segnano bene la linea di passaggio.

Salendo il ripido vallone arriviamo infine alla F.lla Cucciolara (1919m) dove ci si apre una meravigliosa vista su tutta la Va di Tela (una piccola vallata sperduta al di sopra della Forra dell'Acquasanta) e facciamo una meritata pausa.

Riprendiamo il cammino andando a toccare la vetta di Cima Bambucerta (1869m) passando per un'affilata cresta, per il ritorno rifacciamo a ritroso il cammino sempre in direzione F.lla Cucciolara.

Dalla forcella prendiamo una esile traccia che rimane sempre in quota (rifacciamo sempre degli ometti per segnare la via ormai quasi invisibile) e giungiamo appena sotto monte Rotondo e prendiamo il sentiero CAI 276 in discesa direzione Rifugio del Fargno.

Ricaricati da una bella Peroni da 66 a testa, riprendiamo il cammino direzione Monte Acuto per il sentiero E5 (CAI274) e arriviamo alla sua forcella; prendiamo in direzione di un cartello informativo del parco e seguiamo una esile traccia che ci fa scendere verticali per le creste dell'Acquario fino alla F.lla Bassete (1701m).

Prendiamo la traccia a scendere in direzione fonte Bassete e strada principale e poi la seguiamo quasi fino alle piste di Pintura (purtroppo non abbiamo trovato il bivio con la "strada delle catene" o CAI313 che riportava diretto sul fondo della valle del Fargno).

Giunti nei pressi dei Piani di Berro prendiamo un vecchio sentiero a scendere (evitando dei bovini al pascolo) e giungiamo al 4° tornante della provinciale che facciamo a scendere per tornare al punto di partenza.

Un fantastico anello che permette di scoprire e ammirare una delle valli più solitarie e incontaminate del Parco, da visitare almeno una volta!!!

2 Opinie

You can or this trail